Associazione Alcione

Hercolubus o Pianeta Rosso

Un libro rivoluzionario che potrà trasformare la tua vita

In questa piccola opera l’autore affronta diversi temi di scottante attualità, dagli esperimenti atomici nell’oceano e le loro terribili ripercussioni future, fino ai cambiamenti climatici o la controversa questione dell’esistenza di esseri coscienti su altri pianeti dell’Universo. Allo stesso tempo, ci avverte sull’esistenza di un enorme astro, sei volte più grande di Giove, che si avvicina paurosamente al nostro pianeta e descrive le conseguenze che questo avvicinamento comporterà per le nostre vite e per il nostro pianeta.

“Questo messaggio lo dedico all’Umanità, come ultima risorsa, perché non c’è più niente altro da fare.” — V.M. Rabolú

V.M. Rabolú insegna nel suo libro il sistema per l’eliminazione dei difetti psicologici e le tecniche dello sdoppiamento astrale come le uniche formule esistenti per sfuggire dal cataclisma che sopraggiunge.

Introduzione
Ho scritto questo libro con molto sacrificio, costretto in un letto, senza potermi né alzare né sedere; ma vedendo la necessità urgente di avvisare l’Umanità sul cataclisma che si avvicina, ho fatto un grande sforzo. Questo messaggio lo dedico all’Umanità, come ultima risorsa, perché non c’è più niente altro da fare.
Hercolubus o Pianeta Rosso
Parliamo di Hercolubus il Pianeta Rosso, che si avvicina alla Terra. Gli scienziati, secondo alcune versioni, sono arrivati persino a definirne peso e diametro, come se fosse un giocattolo per bambini, ma così non è. Hercolubus o Pianeta Rosso è 5 o 6 volte più grande di Giove, è gigantesco, e non c’è niente che possa fermarlo o deviarne la traiettoria.
Gli esperimenti atomici e l’oceano
Ci sono grandi spaccature sul fondo dei mari, profondissime, dove l’acqua sta già venendo in contatto con il fuoco della Terra, e ciò è dovuto precisamente agli esperimenti atomici che stanno facendo gli scienziati e quelle nazioni che si reputano potenze… Il fuoco della Terra ha già iniziato a fare contatto con l’acqua e cominciano a scatenarsi quei cicloni che i signori nordamericani chiamano “il fenomeno del Niño”; non è “il Niño”, è il contatto del fuoco della Terra con l’acqua, che si sta estendendo nel fondo degli oceani.
Gli Extraterrestri
Così come stanno facendo con Hercolubus, che si avvicina velocemente alla terra, sminuendolo fino a definirne il peso e la misura, allo stesso modo hanno fatto con gli extraterrestri, deformandoli con forme di gorilla, o di altri animali. E questa è una grande menzogna, falsa al cento per cento, perché gli abitanti degli altri pianeti del nostro sistema solare e della nostra galassia sono veri saggi e superuomini.
La Morte
Esotericamente questo capitolo si intitola “la morte”, perché colui che inizia a disintegrare i suoi difetti, comincia ad uscire dal circolo vizioso in cui si trova tutta l’Umanità. Tutti gli esseri umani portano dentro di se una Scintilla Divina che si chiama Anima, Budhata o Essenza; insomma ha differenti nomi ma in realtà è una Scintilla Divina che ci dà l’impulso e ci dà la forza per intraprendere un lavoro spirituale, come quello che vi sto insegnando. Questa Essenza o Anima è intrappolata in tutte le nostre cattiverie, difetti o aggregati psicologici che esotericamente si chiamano “Ego”; essi impediscono all’Essenza di manifestarsi liberamente perché schiamazzano dentro di noi e di fatto prendono il comando della persona. Però con il lavoro della disintegrazione dei difetti, l’Essenza va crescendo, si va fortificando, e comincia a manifestarsi con maggior chiarezza, con più forza. Si va trasformando in Anima.
Lo sdoppiamento astrale
Dato che stiamo parlando dell’astrale, desidero chiederle se le è capitato di sognare persone già morte da anni; oppure luoghi o persone che non conosce fisicamente, insomma se ha avuto quello che la gente chiama comunemente sogni. “Questa notte ho sognato la tal cosa”. Nessuno però si ferma a riflettere: “Perché stavo sognando di altre situazioni o luoghi, se il mio corpo fisico stava risposando nel letto?” Questo è il Piano Astrale o Quinta Dimensione, dove non esiste il peso né la distanza; ad esso appartiene il Corpo Astrale, un corpo esattamente uguale al fisico, ma energetico, che si muove a grande velocità come il pensiero, in grado di investigare tutto ciò che si desideri dell’ intero Universo.

Hercolubus o Pianeta Rosso è stato scritto, soprattutto, con grande sensibilità e amore per l’umanità. Le affermazioni contenute in questa opera attrarranno sempre più l’attenzione della società man mano che gli accadimenti in essa descritti si andranno realizzando.

L’autore

V.M. Rabolú (1926 – 2000)

V.M. Rabolú (1926 – 2000) nasce a Tolima (Colombia). Nel 1952 trova la vera Conoscenza e dopo lunghi anni di pratiche esoteriche arriva a sviluppare delle straordinarie capacità che lo rendono una guida spirituale di fama mondiale.

Conoscitore del futuro che ci riguarda, si è sempre dedicato a insegnare all’umanità le formule per la sua rigenerazione spirituale. Così, dagli anni 70 in poi, e sempre in modo altruistico e disinteressato, comincia un incessante lavoro di divulgazione pubblica dell’autentica Sapienza in ambito internazionale mediante conferenze, corsi, congressi, etc.

Nell’anno 1998 scrive “Hercolubus o Pianeta Rosso”. Basandosi sulla sua esperienza diretta e cosciente, V.M. Rabolú descrive i terribili avvenimenti che accadranno tra breve sul nostro pianeta e indica la strada da seguire per ottenere la trasformazione profonda dell’essere umano. Allo stato attuale questa Opera si avvale del riconoscimento e della gratitudine di moltissimi lettori in più di 80 paesi nel mondo che hanno tratto beneficio dalle conoscenze e dai messaggi in essa contenuti.

“Non voglio spaventare nessuno, sono un essere umano che sta avvertendo l’Umanità di quello che sta per arrivare e di quello che accadrà”.

V.M. Rabolú è stata una delle poche persone caratterizzate dalla Coscienza Sveglia e i suoi insegnamenti sono di inestimabile importanza in questi tempi in cui il materialismo e la scarsezza di valori sono diventati i tratti distintivi di una società sempre più perduta.